Matteo Trentin
Matteo Trentin
luglio, 2015
TONY MARTIN E LA BICICLETTA DI MATTEO CONQUISTANO LA MAGLIA GIALLA
Grande impresa di Tony Martin al Tour de France. Il campione

Grande impresa di Tony Martin al Tour de France. Il campione tedesco della Etixx-Quick Step si è imposto nella quarta tappa della Grande Boucle, da Seraing a Cambrai di Km 221, strappando anche la maglia gialla di leader della classifica generale a Chris Froome (Team Sky).

Una vittoria dal sapore particolare, arrivata nella tappa più lunga di questa edizione del Tour de France, con 7 temibili sezioni di pavé da affrontare. Ma non solo. Il successo di Tony Martin è stata anche la vittoria di Matteo Trentin e della sua bicicletta. A 16 Km dal traguardo infatti, il campione tedesco è stato costretto a fermarsi a bordo strada a causa di una foratura ma è stato prontamente soccorso dal nostro Matteo che gli ha  prestato la sua bicicletta, consentendogli così un rapido ritorno nel gruppo di testa. Martin poi ha fatto il resto, scattando a circa 3,5 Km dall’arrivo e presentandosi tutto solo sul traguardo di Cambrai.

“Tony meritava questa grande gioia e sono felice di aver contribuito in parte a realizzare il suo sogno di indossare la maglia gialla,” racconta Matteo al termine della tappa. “In questi giorni aveva solamente sfiorato la maglia gialla, continuava a sfuggirgli per pochissimi secondi, sembrava quasi una maledizione. Ora finalmente questo sogno è diventato realtà. Ancora una volta abbiamo dimostrato che la nostra squadra è forte e coesa. Ora faremo di tutto per mantenere la maglia gialla almeno fino alla crono a squadre di domenica.”


NON C’E 2 SENZA… 3: PARTE SABATO DA UTRECHT IL TOUR DE FRANCE 2015
Non c’è 2 senza… 3. La speranza dei tantissimi tifosi

Non c’è 2 senza… 3. La speranza dei tantissimi tifosi di Matteo, alla vigilia della 102 edizione del Tour de France, è proprio questa. Dopo le due tappe conquistate tra 2013 e il 2014, il nostro campione si presenta carico e motivato ai nastri di partenza della corsa a tappe più importante del mondo, che scatterà sabato da Utrecht (Olanda). Tre settimane, tra Olanda, Belgio e Francia decreteranno colui che succederà nell’albo d’oro a Vincenzo Nibali, vincitore nel 2014. La corsa a tappe francese quest’anno si presenta spettacolare e affascinante come non mai e già nella prima settimana non mancheranno i colpi di scena, con arrivi di tappa molto impegnativi, come sul Muro di Huy nella terza frazione.
Dopo Lione e Nancy, quale sarà la città che incoronerà nuovamente il nostro campione?

Stay tuned!

“L’attesa ormai è finita e fra qualche giorno si inizierà davvero a fare sul serio,” racconta Matteo prima di imbarcarsi sull’aereo che lo porterà in Olanda. “Questo Tour de France sarà davvero ricco di sorprese. Se le condizioni meteo infatti dovessero essere avverse, già la prima settimana di corsa potrà risultare determinante per la classifica generale. Il percorso è molto vario e tanti potrebbero essere i colpi di scena che avverranno lungo le 21 tappe che ci condurranno a Parigi. Personalmente mi sento bene e anche sabato al Campionato Italiano ho avuto buone sensazioni. Confermarmi per il terzo anno consecutivo sarebbe davvero bello, ma il Tour de France è la corsa più importante del mondo e tutti come me daranno il massimo per ottenere una vittoria. La nostra squadra è però ben assortita e potremo lottare su qualsiasi percorso di gara, dalle tappe veloci agli arrivi in salita. Le motivazioni sono davvero tante per me e per tutto il team Etixx-Quick Step e non vediamo l’ora di partire per questa nuova emozionante edizione della Grande Boucle.”