Matteo Trentin
Matteo Trentin
agosto, 2015
MATTEO INARRESTABILE: SUA ANCHE L’ULTIMA TAPPA DEL TOUR DU POITOU CHARENTES
STREPITOSO TRENTIN. Matteo bissa il successo di due giorni fa

STREPITOSO TRENTIN. Matteo bissa il successo di due giorni fa a La Creche e si impone, sempre in volata, anche nell’ultima tappa del Tour du Poitou Charentes sul traguardo di Poitiers.
Festa doppia in casa Etixx-Quick Step. Oltre al successo di Matteo, il suo compagno di squadra Tony Martin ha mantenuto il primato in classifica generale, conquistando così la corsa a tappe francese.

“Sono davvero soddisfatto per questo risultato,” dichiara un raggiante Matteo a fine gara. “Oltre alla vittoria di tappa ho conquistato per la prima volta tra i professionisti anche la maglia a punti. La squadra anche oggi è stata fantastica. Tony, nonostante fosse il leader della classifica generale, ha tirato per me negli ultimi chilometri, è davvero un campione incredibile. I nostri sforzi in questo Tour du Poitou Charentes sono stati ricompensati da due vittorie di tappa e dalla conquista delle generale con Tony. Domenica sarò impegnato a Plouay e spero di recuperare un po’ di energie, questi giorni sono stati molti duri ma come sempre sia io che la squadra faremo del nostro meglio per ottenere altri importanti risultati.”


MATTEO CENTRA LA SUA PRIMA VITTORIA STAGIONALE IN FRANCIA
Matteo centra la prima vittoria stagionale al Tour du Poitou Charentes.

Matteo centra la prima vittoria stagionale al Tour du Poitou Charentes. Il nostro campione infatti si è imposto allo sprint nella seconda frazione della corsa a tappe francese (Km 194.7), precedendo sul traguardo di La Creche Yauheni Hutarovich (Bretagne-Séché Environnemen) e Sep Vanmarcke (LottoNL-Jumbo). In classifica generale invece Matteo risale al 4° posto, distanziato di soli 11″ dal leader Arnaud Gerard (Bretagne – Séché Environnement).
Matteo torna così al successo a distanza di poco più di anno dalla grande vittoria ottenuta nella 7° tappa del Tour de France, con arrivo a Nancy.

“Sono molto felice per questa vittoria,” ha raccontato Matteo al termine della gara. “Questo è il mio primo successo stagionale e speravo veramente di riuscire a rompere il ghiaccio oggi. La tappa all’inizio è stata caratterizzata da una lunga fuga, nel finale invece ci sono stati molto attacchi e si è formato un gruppo di circa una trentina di atleti, compresi molti miei compagni di squadra. Abbiamo deciso perciò di provare lo sprint finale, con la squadra che è stata davvero fantastica a pilotarmi fino agli ultimi metri, permettendomi di ottenere questo importante successo.
In queste settimane mi sono allenato duramente in altura e sono felice di essere tornato alle gare centrando subito una vittoria. Da qui in avanti spero di poter migliorare ulteriormente  la mia condizione fisica e disputare un grande finale di stagione, e perché no, cercare di ottenere un posto per i Campionati del Mondo UCI con la nazionale italiana.”

 

 


UN AGOSTO CON VISTA SU RICHMOND
Tre settimane, da Utrecht a Parigi, hanno sicuramente lasciato il

Tre settimane, da Utrecht a Parigi, hanno sicuramente lasciato il segno sul nostro Matteo, tornato a casa finalmente dalla lunga kermesse francese. Gli ultimi due Tour de France erano stati impreziositi da altrettanti successi di tappa, mentre quest’anno Matteo ha dovuto lavorare molto per la squadra, soprattutto nella prima settimana dove ha contribuito comunque ai successi dei propri compagni di squadra Martin, Stybar e Cavendish. Conclusa la Grande Boucle, Matteo ha preso parte sabato scorso alla Clasica Ciclista San Sebastian.
Ora per il nostro campione si prospetta un duro lavoro a Livigno, dove rimarrà per circa tre settimane prima di tornare a gareggiare a fine agosto. Qui Matteo dovrà allenarsi duramente in vista dell’ultima parte di stagione, con la speranza poi di essere selezionato dal CT Cassani per il Mondiale di Richmond.

“Al Tour quest’anno non c’erano tantissime tappe adatte alle mie caratteristiche, anche se comunque ho provato ad andare in fuga in due occasioni,” racconta Matteo al rientro dalla Clasica Ciclista San Sebastian. “La prima settimana ho lavorato molto per la squadra, purtroppo non stavo benissimo dal punto di vista fisico e non ho potuto esprimermi al meglio. Nelle ultime due settimane comunque mi sono ripreso bene e ho chiuso questo Tour in crescendo, come dimostra poi anche la buona prova di sabato alla Clasica Ciclista di San Sebastian. Ora per tre settimane mi trasferirò a Livigno, dove seguirò uno scrupoloso programma di allenamento in vista dell’ultima parte di stagione. Mi rivedrete in gara a fine agosto, con un pensiero particolare naturalmente al Mondiale di Richmond di fine settembre, dove spererei veramente di poterci essere.”