Matteo Trentin
Matteo Trentin
marzo, 2016
E3 Harelbeke e Gent-Wevelgem nel weekend per Matteo
Dopo aver chiuso in crescendo la Tirreno Adriatico, Matteo è

Dopo aver chiuso in crescendo la Tirreno Adriatico, Matteo è pronto a vivere le grandi classiche del Nord. Questo weekend infatti sono in programma le due corse che di fatto aprono il calendario del Pavè: E3 Harelbeke e Gent-Wevelgem.

“Fisicamente mi sento bene e il lavoro svolto sull’Etna credo stia iniziando a dare i suoi frutti,” racconta Matteo alla vigilia della E3 Harelbeke. “Alla Tirreno-Adriatico ho avuto buone sensazioni, soprattutto nella parte finale della corsa a tappe. Ora finalmente è arrivato il momento delle Grandi Classiche del Pavè, le corse che più amo e che spero di vivere da protagonista.”


DOPO L’EROICA… TIRRENO-ADRITICO
Vigilia di Tirreno-Adritico per Matteo e la sua squadra. Domani

Vigilia di Tirreno-Adritico per Matteo e la sua squadra. Domani infatti prenderà il via da Lido di Camaiore la 51a edizione della “Corsa dei due mari”, con una cronometro a squadre di Km. 22,7. Dopo aver trascorso 20 giorni in Sicilia sull’Etna ad allenarsi, il campione trentino era tornato in gara sabato all’eroica Strade Bianche, chiusa al 19° posto.

“La Strade Bianche è sempre una gara molto dura e ho sofferto un po’ il ritorno alle corse dopo alcune settimane trascorse sull’Etna ad allenarmi,” racconta Matteo alla vigilia della Corsa dei due mari. “Tra gennaio e febbraio non ho disputato molte corse, solo 7 giorni di gara, preferendo allenarmi in altura per arrivare al top della forma in vista delle Classiche. Ora è importante ritrovare il ritmo gara, sicuramente l’aspetto che mi è mancato di più sabato al rientro. La Tirreno-Adriatico è una corsa di grande prestigio e sia io che la squadra ci teniamo particolarmente a fare bene, già da domani dove proveremo a conquistare la cronometro a squadre. In questi 7 giorni di gara ci sono un paio di tappe che potrebbero essere ideali per le mie caratteristiche e se ci sarà l’occasione sicuramente proverò a dire la mia.”

Leggi il blog scritto da Matteo sulla sua permanenza alle pendici dell’Etna. http://www.matteotrentin.it/etna/ 


ETNA
03/03
Ed eccomi qui, sempre sull’aereo e sempre on the move.

Ed eccomi qui, sempre sull’aereo e sempre on the move.
Questa volta sto tornando da Catania, precisamente dall’Etna, il vulcano attivo più alto d’Europa. Immagino vi starete chiedendo cosa ci sia andato a fare su un vulcano in piena stagione.
Ebbene, quest’anno per la prima volta ho deciso di affrontare un ritiro in altitudine prima delle Classiche per provare a migliorare le mie performance nella prima parte della stagione. Oltre che un periodo di ritiro devo dire che é stato anche un periodo di scoperta di un luogo della nostra penisola dove non ero mai stato e che per certi versi mi ha sorpreso molto, con il paesaggio lunare del vulcano, la bellissima zona costiera e una campagna verdissima dove venivano coltivate frutta e verdura di ogni tipo!
Anche questa volta il pregiudizio veritiero del viaggiatore non si smentisce:
ITALIA = MANGIAR BENE.
I ragazzi al Rifugio Sapienza dove ho soggiornato mi hanno viziato e coccolato con piatti buonissimi della cucina siciliana e non solo… vista la mia buona forchetta é stata una lotta quotidiana tra me e la dieta :)
Gli allenamenti sono proseguiti spediti, aiutato anche dal meteo che mi ha regalato giornate primaverili con un bel sole e 20 gradi.
Ora un breve passaggio a casa per passare finalmente un po’ di tempo con la mia famiglia  e poi si ripartitirá per le gare… prima della lista una delle competizioni più belle e suggestive in assoluto: Strade Bianche… partenza e arrivo in Piazza del Campo a Siena.
Successivamente Tirreno-Adriatico, Milano Sanremo e quindi si volerá al Nord per le mie corse preferite…

Mi raccomando seguitemi sempre!

Matteo