Matteo Trentin
Matteo Trentin
ottobre, 2016
ASPETTANDO IL MONDIALE, UN SALUTO DAL QATAR!
Ciao a tutti amici! Mi trovo dopo quasi una stagione

Ciao a tutti amici!
Mi trovo dopo quasi una stagione intera a condividere di nuovo qualche pensiero per voi e quest’oggi vi scrivo dal Qatar.
Domani sarà l’ultima gara stagionale, il campionato del mondo e per l’occasione naturalmente la mia divisa sarà quella della nazionale italiana. Si preannuncia più un’avventura che una corsa vera e propria: si inizia con 160 Km nel deserto con (a quanto sembra) il vento a mettere del condimento molto piccante per poi concludere gli ultimi 100 km in un circuito sulla carta molto semplice (ma in realtà pieno di insidie). Correre per l’Italia da sempre una grande emozione e farlo in un mondiale accentua questo sentimento all’ennesima potenza. Domani, per un giorno soltanto, i miei compagni abituali saranno avversari e gli avversari compagni… stessa lingua in camera, a tavola e nelle comunicazioni via radio. Che dire… non vedo l’ora di attaccare il numero, trovarmi alla partenza nella moltitudine di colori delle maglie delle nazionali, pedalare e soffrire, inseguendo un sogno…
E voi mi raccomando tifate! Domani la squadra si chiamerà ITALIA!


QUARTO POSTO PER MATTEO ALLA PARIS-TOURS
Ottimo quarto posto per Matteo alla Paris-Tours. Il nostro campione

Ottimo quarto posto per Matteo alla Paris-Tours. Il nostro campione per un soffio non è salito sul podio, ma ha potuto festeggiare la vittoria del proprio compagno di squadra Fernando Gaviria, che con una volata lunghissima, potente e coraggiosa è riuscito a imporsi sul traguardo finale.

Domenica Matteo sarà in gara nella prova in linea del Mondiale in Qatar con la maglia della nazionale italiana.
Good luck Matteo!


FINALE DI STAGIONE: PARIS – TOURS E MONDIALE IN QATAR PER MATTEO
Sarà una settimana molto dura e impegnativa per il nostro

Sarà una settimana molto dura e impegnativa per il nostro Matteo. Domani, con il pettorale n° 1 sulla schiena, partirà nella 110 edizione della Paris – Tours, la corsa che lo ha visto trionfare lo scorso anno e che gli è valsa la conquista del Ruban Jaune, il premio che celebra il ciclista detentore della velocità media più alta in una gara superiore ai 200 chilometri. Matteo riuscì infatti nell’impresa di percorrere la corsa in sole 4 ore, 39 minuti e 12 secondi all’incredibile media di 49.64 km/h.
Domenica prossima invece, Matteo disputerà il Mondiale in Qatar con la maglia della nazionale italiana.
Paris-Tours e Mondiale saranno comunque le ultime due corse stagionali per Trentin.

“La Paris-Tours 2016 presenta un finale differente rispetto allo scorso anno e sono stati aggiunti circa una ventina di chilometri,” racconta Matteo alla vigilia. “Come sempre la corsa sarà molto veloce e se il vento dovesse essere laterale è probabile che il gruppo si spezzi e sarà perciò importante rimanere nelle prime posizioni. Personalmente è una gara che mi piace molto e insieme a tutta la squadra daremo il massimo per ottenere un grande risultato.
Per quanto riguarda il Mondiale, la corsa sarà molto dura, soprattutto perché dovremo fare i conti con il caldo, il vento e il lungo chilometraggio, fattori determinanti per l’esito finale. Siamo una nazionale ben assortita, con tanti velocisti e uomini che possono stare davanti e tirare per parecchi chilometri. Sarà sicuramente una corsa affascinante, dove non mancheranno i colpi di scena.”