Matteo Trentin
Matteo Trentin
BUONE FESTE A TUTTI
Il fantastico 2015 di Matteo si sta chiudendo. La scorsa

Il fantastico 2015 di Matteo si sta chiudendo. La scorsa settimana, in Spagna, c’è stato il primo ritiro collegiale della Etixx – Quick Step in vista della nuova stagione. In questi giorni  Matteo sarà di nuovo in Trentino per festeggiare insieme alla sua famiglia il Natale e ricaricare le pile in vista poi dei numerosi impegni che lo attenderanno già dal mese di gennaio.

“Il 2016 sarà per me è un anno molto importante,” racconta Matteo. “In queste settimane abbiamo pedalato con la squadra in Spagna e abbiamo avuto modo di conoscere i nuovi arrivati in casa Etixx – Quick Step. Da gennaio si tornerà a lavorare duramente in vista dei numerosi impegni che ci aspettano, ma prima voglio godermi qualche giorno di relax con la mia famiglia. Auguro a tutte le persone a me care e a tutti i miei tifosi di trascorrere un felice Natale e un sereno e proficuo 2016. Ci vedremo presto, come sempre, sulle strade del grande ciclismo.”


MATTEO PEDALA CON I SUOI TIFOSI
Matteo ha chiuso il suo fantastico 2015 insieme ai suoi

Matteo ha chiuso il suo fantastico 2015 insieme ai suoi tifosi. Domenica infatti il campione trentino è stato festeggiato dal suo Fans Club, che per l’occasione ha organizzato una pedalata lungo la ciclabile della Valsugana, culminata poi con un pranzo in allegria al  Ristorante Al Brenta. Anche Gianluca Brambilla, compagno di Matteo alla Etixx – Quick Step, ha voluto essere presente alla giornata dedicata al campione trentino.

“Sono rimasto davvero colpito dall’effetto e dal sostegno dei miei tanti tifosi,” racconta Matteo al termine di una giornata davvero ricca di emozioni. “Un centinaio di persone hanno voluto essere presenti domenica, chi prima alla pedalata e chi poi durante il pranzo.  E’ stato davvero emozionante vedere così tanti bambini pedalare vicino a me, non potevo sinceramente chiedere di più. Un ringraziamento particolare quindi a tutto il mio Fans Club per l’organizzazione impeccabile della giornata.
Per quanto riguarda la mia stagione, sono felice di averla chiusa con una vittoria, in una classica così importante come la Paris – Tours. Quattro successi totali sono un buon bottino, anche se rimane un po’ di rammarico per il Mondiale e in particolare per la prima parte di stagione, dove a causa di un infortunio patito in Oman ho perso mesi preziosi. Ora però guardiamo avanti, andrò in vacanza qualche giorno per ricaricare le pile e stare più tempo con la mia famiglia. Gli obiettivi anche per il prossimo anno saranno gli stessi, con la speranza di essere protagonista già nelle prime classiche dell’anno e per fare questo dovrò ripartire nel 2016 con la stessa forza e determinazione di questa ultima parte di stagione.”
Grazie a tutti per il vostro tifo e sostegno, ci vediamo nel 2016 :)


MATTEO CHIUDE LA STAGIONE CON UNA VITTORIA
La stagione agonistica di Matteo non poteva chiudersi in maniera

La stagione agonistica di Matteo non poteva chiudersi in maniera migliore. Il campione trentino infatti si è imposto in Francia alla Parigi – Tours, battendo in volata Tosh Van Der Sande (Lotto Soudal).  Greg Van Avermaet (BMC Racing Team), che faceva parte della fuga a tre, ha bucato proprio nell’ultimo chilometro e non ha quindi potuto giocarsi la vittoria con Matteo e Van Der Sande.
La corsa è stata caratterizzata da una lunga fuga iniziata dopo pochi chilometri, nella quale facevano parte una trentina di atleti. L’attacco decisivo è avvenuto a circa 10 Km dall’arrivo, quando Matteo sulla Cote de Beau Soleil è riuscito a fare selezione, scremando il gruppo dei fuggitivi. Sulla ruota di Trentin sono saliti solo Van Avermaet, Van Der Sande e inizialmente anche Pavel Brutt.
L’edizione 2015 della Parigi-Tours è stata la più veloce di sempre, 49,64 km/h. Matteo ha percorso i 231 Km di gara in quattro ore, 39 minuti e 12 secondi.
Grazie a questo successo, l’Etixx – Quick-Step è la squadra più vincente della stagione con 54 vittorie su strada.

“Sapevo che la penultima salita poteva essere il punto chiave della gara e ho deciso di attaccare,” racconta Matteo al termine della corsa. “Alla fine ci siamo giocati la vittoria  io e Van Der Sande. Non mi sono fatto prendere dal panico e ai 350 m ho lanciato il mio sprint, difendendo la prima posizione fino al traguardo. Sono davvero felice per questa vittoria. Dopo il Tour de France ho lavorato duramente, riuscendo a vincere quattro gare nella seconda parte della stagione. Dopo Richmond c’era un po’ di delusione, il mio obiettivo era riuscire a centrare almeno la top 10. Dopo il Mondiale mi sono però allenato ancora più duramente e questi sono i risultati. Anno dopo anno sto crescendo e spero vivamente che questa seconda parte di stagione possa essere l’inizio di un nuovo capitolo della mia carriera. Ora voglio rilassarmi qualche settimana con la mia famiglia, prima di iniziare a preparare la prossima stagione.”

 

 

 

 

 


MATTEO SFIORA LA VITTORIA AL GRAN PIEMONTE
Ennesima dimostrazione di forza di Matteo. Il campione della Etixx

Ennesima dimostrazione di forza di Matteo. Il campione della Etixx  – Quick-Step ha sfiorato  oggi la vittoria al Gran Piemonte (Km 185), centrando il secondo posto alle spalle di Jan Bakelants (AG2R – La Mondiale).
La prossima gara di Matteo sarà in Francia domenica 11 ottobre  alla Paris – Tours Elite (Km 231).

“Oggi è stata una giornata molto dura, ha piovuto praticamente per tutta la gara e faceva molto freddo,” dichiara a fine corsa Matteo. “La squadra ha fatto una gara praticamente perfetta, controllando bene il gruppo dei fuggitivi. Bakelants ha sorpreso tutti con il suo attacco a 5 km dal traguardo e nonostante abbiamo subito cercato di ricucire lo strappo non c’è stato niente da fare. Jan ha meritato questa vittoria, quindi complimenti a lui. Devo ringraziare comunque la mia squadra per il grande lavoro svolto, soprattutto nel finale. Nell’ultimo chilometro ho provato ad anticipare tutti, lanciandomi all’inseguimento di Bakelants ma è riuscito a mantenere un paio di secondi di vantaggio fino al traguardo.  Volevo vincere questa gara italiana e avevo una buona condizione fisica, purtroppo ho dovuto accontentarmi del secondo posto. Quando si sfiora la vittoria in questo modo rimane sicuramente un po’ di amaro in bocca. Sono comunque soddisfatto della mia gara e di quella di tutta la  squadra. Il prossimo weekend sarò in Francia per disputare la Parigi-Tours e spero di mantenermi su questi livelli.”

 

 

 


UFFICIALE: MATTEO VOLA A RICHMOND CON LA NAZIONALE ITALIANA
Doppia gioia per Matteo alla Coppa Bernocchi. Il nostro beniamino,

Doppia gioia per Matteo alla Coppa Bernocchi. Il nostro beniamino, che correva la gara lombarda con la maglia della nazionale italiana, si è  infatti classificato al terzo posto, dietro al vincitore Vincenzo Nibali (Astana) e a Mauro Finetto (Southeast). Dopo la gara il C.T Davide Cassani ha ufficializzato i nomi di coloro che rappresenteranno l’Italia al mondiale di Richmond. Tra gli undici convocati c’è anche il nome di Matteo, che già sabato volerà negli States. A ridosso poi della competizione iridata, il C.T. deciderà quali saranno i nove atleti titolari e le due riserve.

“Questa giornata è stata veramente ricca di gioie e soddisfazioni per me,” racconta Matteo “Poter rappresentare il mio Paese al Mondiale è davvero una gioia immensa e ringrazio il C.T. Cassani per questa grande opportunità. Il percorso di gara è molto insidioso, con diversi sali/scendi ma nonostante questo secondo me arriverà a giocarsi la vittoria finale un gruppo di circa 50/60 corridori. Siamo consapevoli che dovremo lottare con nazionali molto forti, come Australia, Germania e anche Belgio ma l’Italia farà sicuramente la sua parte. FORZA AZZURRI!


E SONO 3… IMPRESA DI MATTEO AL TOUR OF BRITAIN
Strepitosa vittoria di Matteo nella sesta tappa del Tour of

Strepitosa vittoria di Matteo nella sesta tappa del Tour of Britain. Sul traguardo di Nottingham, il campione della Etixx – Quick-Step ha battuto in una volata a due il leader della classifica generale Edvald Boasson Hagen (MTN – Qhubeka). Per Matteo quella odierna è la terza vittoria stagionale, mentre per lo squadrone belga si tratta del 50° successo di questo 2015.

“Questa è la mia terza vittoria in 15 giorni, è davvero fantastico,” racconta Matteo a fine gara. “Dopo un attacco non andato a buon fine di Styby, sono uscito dal gruppo di testa con altri cinque corridori. Quando mancavano circa 10 Km al traguardo vedevamo che il gruppo stava ricucendo lo svantaggio, complice anche la presenza nella fuga di Izaguirre, che era posizionato bene in classifica generale. Ho deciso quindi di provare ad andare via tutto solo ma quando ho visto che dal gruppo era uscito Boasson Hagen, ho pensato veramente che ci avrebbero ripreso. Dopo avermi raggiunto però, siamo riusciti a mantenere un discreto vantaggio sugli inseguitori e ci siamo giocati così la vittoria. Ho lanciato il mio sprint da lontano e sono riuscito a superare nel finale Boasson Hagen.
Penso di avere ancora qualche margine di miglioramento in questa ultima parte di stagione, con la speranza di ottenere ancora grandi risultati.”


MATTEO INARRESTABILE: SUA ANCHE L’ULTIMA TAPPA DEL TOUR DU POITOU CHARENTES
STREPITOSO TRENTIN. Matteo bissa il successo di due giorni fa

STREPITOSO TRENTIN. Matteo bissa il successo di due giorni fa a La Creche e si impone, sempre in volata, anche nell’ultima tappa del Tour du Poitou Charentes sul traguardo di Poitiers.
Festa doppia in casa Etixx-Quick Step. Oltre al successo di Matteo, il suo compagno di squadra Tony Martin ha mantenuto il primato in classifica generale, conquistando così la corsa a tappe francese.

“Sono davvero soddisfatto per questo risultato,” dichiara un raggiante Matteo a fine gara. “Oltre alla vittoria di tappa ho conquistato per la prima volta tra i professionisti anche la maglia a punti. La squadra anche oggi è stata fantastica. Tony, nonostante fosse il leader della classifica generale, ha tirato per me negli ultimi chilometri, è davvero un campione incredibile. I nostri sforzi in questo Tour du Poitou Charentes sono stati ricompensati da due vittorie di tappa e dalla conquista delle generale con Tony. Domenica sarò impegnato a Plouay e spero di recuperare un po’ di energie, questi giorni sono stati molti duri ma come sempre sia io che la squadra faremo del nostro meglio per ottenere altri importanti risultati.”


MATTEO CENTRA LA SUA PRIMA VITTORIA STAGIONALE IN FRANCIA
Matteo centra la prima vittoria stagionale al Tour du Poitou Charentes.

Matteo centra la prima vittoria stagionale al Tour du Poitou Charentes. Il nostro campione infatti si è imposto allo sprint nella seconda frazione della corsa a tappe francese (Km 194.7), precedendo sul traguardo di La Creche Yauheni Hutarovich (Bretagne-Séché Environnemen) e Sep Vanmarcke (LottoNL-Jumbo). In classifica generale invece Matteo risale al 4° posto, distanziato di soli 11″ dal leader Arnaud Gerard (Bretagne – Séché Environnement).
Matteo torna così al successo a distanza di poco più di anno dalla grande vittoria ottenuta nella 7° tappa del Tour de France, con arrivo a Nancy.

“Sono molto felice per questa vittoria,” ha raccontato Matteo al termine della gara. “Questo è il mio primo successo stagionale e speravo veramente di riuscire a rompere il ghiaccio oggi. La tappa all’inizio è stata caratterizzata da una lunga fuga, nel finale invece ci sono stati molto attacchi e si è formato un gruppo di circa una trentina di atleti, compresi molti miei compagni di squadra. Abbiamo deciso perciò di provare lo sprint finale, con la squadra che è stata davvero fantastica a pilotarmi fino agli ultimi metri, permettendomi di ottenere questo importante successo.
In queste settimane mi sono allenato duramente in altura e sono felice di essere tornato alle gare centrando subito una vittoria. Da qui in avanti spero di poter migliorare ulteriormente  la mia condizione fisica e disputare un grande finale di stagione, e perché no, cercare di ottenere un posto per i Campionati del Mondo UCI con la nazionale italiana.”

 

 


UN AGOSTO CON VISTA SU RICHMOND
Tre settimane, da Utrecht a Parigi, hanno sicuramente lasciato il

Tre settimane, da Utrecht a Parigi, hanno sicuramente lasciato il segno sul nostro Matteo, tornato a casa finalmente dalla lunga kermesse francese. Gli ultimi due Tour de France erano stati impreziositi da altrettanti successi di tappa, mentre quest’anno Matteo ha dovuto lavorare molto per la squadra, soprattutto nella prima settimana dove ha contribuito comunque ai successi dei propri compagni di squadra Martin, Stybar e Cavendish. Conclusa la Grande Boucle, Matteo ha preso parte sabato scorso alla Clasica Ciclista San Sebastian.
Ora per il nostro campione si prospetta un duro lavoro a Livigno, dove rimarrà per circa tre settimane prima di tornare a gareggiare a fine agosto. Qui Matteo dovrà allenarsi duramente in vista dell’ultima parte di stagione, con la speranza poi di essere selezionato dal CT Cassani per il Mondiale di Richmond.

“Al Tour quest’anno non c’erano tantissime tappe adatte alle mie caratteristiche, anche se comunque ho provato ad andare in fuga in due occasioni,” racconta Matteo al rientro dalla Clasica Ciclista San Sebastian. “La prima settimana ho lavorato molto per la squadra, purtroppo non stavo benissimo dal punto di vista fisico e non ho potuto esprimermi al meglio. Nelle ultime due settimane comunque mi sono ripreso bene e ho chiuso questo Tour in crescendo, come dimostra poi anche la buona prova di sabato alla Clasica Ciclista di San Sebastian. Ora per tre settimane mi trasferirò a Livigno, dove seguirò uno scrupoloso programma di allenamento in vista dell’ultima parte di stagione. Mi rivedrete in gara a fine agosto, con un pensiero particolare naturalmente al Mondiale di Richmond di fine settembre, dove spererei veramente di poterci essere.”


TONY MARTIN E LA BICICLETTA DI MATTEO CONQUISTANO LA MAGLIA GIALLA
Grande impresa di Tony Martin al Tour de France. Il campione

Grande impresa di Tony Martin al Tour de France. Il campione tedesco della Etixx-Quick Step si è imposto nella quarta tappa della Grande Boucle, da Seraing a Cambrai di Km 221, strappando anche la maglia gialla di leader della classifica generale a Chris Froome (Team Sky).

Una vittoria dal sapore particolare, arrivata nella tappa più lunga di questa edizione del Tour de France, con 7 temibili sezioni di pavé da affrontare. Ma non solo. Il successo di Tony Martin è stata anche la vittoria di Matteo Trentin e della sua bicicletta. A 16 Km dal traguardo infatti, il campione tedesco è stato costretto a fermarsi a bordo strada a causa di una foratura ma è stato prontamente soccorso dal nostro Matteo che gli ha  prestato la sua bicicletta, consentendogli così un rapido ritorno nel gruppo di testa. Martin poi ha fatto il resto, scattando a circa 3,5 Km dall’arrivo e presentandosi tutto solo sul traguardo di Cambrai.

“Tony meritava questa grande gioia e sono felice di aver contribuito in parte a realizzare il suo sogno di indossare la maglia gialla,” racconta Matteo al termine della tappa. “In questi giorni aveva solamente sfiorato la maglia gialla, continuava a sfuggirgli per pochissimi secondi, sembrava quasi una maledizione. Ora finalmente questo sogno è diventato realtà. Ancora una volta abbiamo dimostrato che la nostra squadra è forte e coesa. Ora faremo di tutto per mantenere la maglia gialla almeno fino alla crono a squadre di domenica.”